Come cambiare la product key di Office 2013

Può capitare che dopo aver installato Office 2013 sia necessario cambiare la product key per poi ripetere l’attivazione, ad esempio nel caso di cessione del computer, installazione multipla tramite clonazione del disco oppure nel caso in cui si veglia regolarizzare la licenza di un Office contraffatto. Questa guida serve per effettuare questa operazione senza disinstallare e reinstallare il software. Continue reading

Office: “inizializzazione delle cartelle principali” ad ogni apertura file

Problema: ogni volta che si utilizza la finestra di dialogo Apri file all’interno della suite Office, compare un messaggio “Inizializzazione della cartelle principali in corso”, che blocca l’utente prima di poter sfogliare le cartelle del computer.  Tale finestra dura solo qualche secondo, ma alla lunga può risulta fastidiosa. Risulta inoltre notevolmente rallentata l’operatività sulle cartelle di rete.

Soluzione: il problema è causato da una o più unità di rete non raggiungibili (ma che non risultano disconnesse) all’interno di Risorse del Computer. Per risolvere il problema, rimuovere semplicemente tutte le unità non più raggiungibili. Nel caso in cui le unità fossero momentaneamente o sporadicamente non raggiugibili (ad esempio quando un portatile risulta fuori ufficio), si consiglia di adottare degli script di connessione e disconnessione delle unità da eseguire secondo necessità.

Sicurezza Windows ed Office: allarme vulnerabilità su formato TIFF

Sono in aumento gli exploit che sfruttano la vulnerabilità rilevata nella gestione del formato TIFF da parte di numerosi programmi Microsoft, compreso varie versioni di Windows ed Office. La semplice apertura di un allegato o di un documento di Word che contiene un file TIFF malformato può compromettere il sistema.
Microsoft, in attesa di prepare tutte le patch per i vari prodotti coinvolti, suggerisce di disabilitare temporaneamente il codec TIFF.
Continue reading

Caratteri incomprensibili nelle mail inviate da Outlook

Problema: inviando una nuova mail da Microsoft Outlook 2010, in alcuni casi le mail vengono ricevute con caratteri incomprensibili al posto dei caratteri estesi, come ad esempio le lettere accentate della lingua italiana. Durante la composizione tutti i caratteri vengono visualizzati correttamente e solo dopo l’invio è possibile verificare il difetto, che sarà presente nella copia ricevuta dal destinatario e nella mail archiviata nella posta inviata del mittente. Il problema si presenta frequentemente, ma non su tutte le mail inviate con caratteri speciali. Continue reading

Errore “Classe non registrata” all’apertura di Excel

Problema: all’avvio di Microsoft Excel, appare ogni volta una finestra popup di errore. Il programma resta in sospeso finché non viene cliccato su OK.

Microsoft Visual Basic
Classe non registrata
Si sta cercando l'oggetto con CLSID:{AC9F2F90-E877-11CE-9F68-00AA00574A4F}

Soluzione: per ripristinare il normale funzionamento del programma è necessario ri-registrare una DLL del programma, le cui chiavi di registro sono state danneggiate.

regsvr32 fm20.dll

Dettagli: questa dll è usata da Microsoft Forms 2.0 distribuito assieme a Microsoft Office a partire da Office 97.

Allegati in Outlook 2010 non si aprono con Word/Excel

Problema: quando di riceve una mail con allegati tramite il client di posta Outlook 2010 contenente dei documenti in formato .doc di Word oppure .xls di Excel, tentando di aprire il file si ottiene un  messaggio di errore.

Ricevendo il medesimo messaggio con altro client o aprendolo con altri software (es. OpenOffice), il problema non si presenta.

Soluzione: aprire Word ed Excel e disabilitare la visualizzazione protetta per gli allegati di Outlook. Clic su File > Opzioni > Centro protezione > Impostazioni Centro protezione > Visualizzazione protetta e deselezionare Abilita visualizzazione protetta per gli allegati di Outlook.

Dettagli: il problema è causato dalla firma che viene apposta ai file scaricati da internet che in questo caso non viene gestita correttamente. Altra soluzione è quella di salvare il file sul computer, fare clic destro sul file quindi clic su Proprietà > Annulla blocco per aprire correttamente i file. La soluzione è stata provata con Office 2010 su Windows XP.

Errore 0x52F in Microsoft Update

Durante l’utilizzo di Microsoft Update, il nuovo strumento per eseguire gli aggiornamenti di vari prodotti Microsoft, può succedere che gli aggiornamenti che riguardano Office 2003 non vengano installati, mentre quelli di Windows si concludano correttamente.

Osservando la cronologia degli aggiornamenti, è sempre riportato l’errore 0x52F per tutti gli aggiornamenti di Office 2003 che si è tentato di installare.

Il problema è causato dalla copia locale dell’installazione (LIS – Local Installation Source) che viene appositamente lasciata dal programma di setup di Office per consentire la riparazione e la modifica dell’installazione senza bisogno del CD o del percorso di installazione originale.

LIS consente a Microsoft Update di scaricare solo i file strettamente necessari, contenendo la dimensione del download. Tuttavia se LIS è danneggiata o non più disponibile, mancheranno dei componenti indispensabili senza i quali l’aggiornamento fallisce.

Per risolvere il problema è necessario disabilitare LIS e scaricare nuovamente gli aggiornamenti da Microsoft Update (che ora dovrebbero essere di dimensione maggiore). Microsoft mette a disposizione un tool che cancella e disabilita LIS. Probabilmente al primo tentativo di aggiornamento si otterrà nuovamente l’errore, in quanto Microsoft Update potrebbe conservare ancora in cache i file che richiedono LIS. In questo caso è sufficiente riavviare e scaricare nuovamente gli aggiornamenti.

Outlook 2000 non si configura su Windows Vista

Installando Outlook 2000 su sistemi Windows Vista, ad ogni avvio dell’applicazione viene eseguita la wizard “Configurazione di Outlook 2000” che normalmente dovrebbe apparire solo al primo avvio.

Anche se completiamo la configurazione con successo, al prossimo riavvio Outlook continuerà a chiedere di essere configurato, nonostante egli stesso durante la procedura si accorga della presenza di una configurazione precedente.

Il problema è dovuto dal tentativo di Outlook di salvare dei file all’interno della cartella di Windows – cosa non permessa con lo controllo utente attivo (UAC). Tali file segnalano ad Outlook che la configurazione è stata completata correttamente: la loro mancanza causa la comparsa della wizard, nonostante che la configurazione effettiva sia stata precedentemente salvata nel registro.

Per risolvere è sufficiente eseguire Outlook come amministratori almeno una volta, in modo che riesca a salvare i file di cui ha bisogno.

Contatti di Outlook 2000 non funzionanti in Windows Vista

Installando Outlook 2000 nella modalità solo internet, viene utilizzata la rubrica di Windows per memorizzare i contatti. In Windows Vista non viene più utilizzato il formato WAB (Windows Address Book) in favore del nuovo formato .contact, causando vari malfunzionamenti di Outlook. Principalmente compare incessantemente un messaggio di errore

Impossibile aggiornare i dati pubblici sulla disponibilità. Errore durante il tentativo di aprire la rubrica di Windows. Impossibile trovare WAB DLL

Per risolvere il problema, copiate i file wab32.dll e wab32res.dll dalla cartella %programfiles%\Common Files\System alla cartella %systemroot%\system32 e registrateli.

regsvr32 wab32.dll
regsvr32 wab32res.dll

Riavviando Outlook il problema dovrebbe essere risolto. Consiglio di utilizzare Outlook 2000 installando tutti gli aggiornamenti disponibili (Service Release 1a e Service Pack 3).